Giovanni Perich

(Bologna, 1941 – 2013) Di padre dalmata e madre toscana, è nato a Bologna nel 1941. Ha pubblicato, fra gli altri, il romanzo: La città sfiorita (Camunia 1992) e le raccolte di poesie: Gli incantevoli mattini (Guanda 1979), Poesie d’amore e quasi (Edizioni del Leone 1998), Un inutile amore (Edizioni del Leone 2004), L’acrobata nell’azzurro (Aragno 2004). Ancora nelle Edizioni del Leone ha pubblicato, nel 2001, un libro di epigrammi: L’unghia lunga del mignolo. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Gli amari impatti di Malanato (Pendragon). Nel 2010 un suo secondo libro di epigrammi: Tra feudogiornalisti e feudocantautori (e altri neo padroni dei cervelli) presso l’editore Giraldi.