LINGUAGGI E PRESENZE
nella pittura del Settecento a Torino

a cura di Simone Ferrari

30,00 25,50

Articolato in cinque sezioni, il volume si apre con lo studio di Simone Ferrari in cui l’autore propone una corale introduzione ai principali momenti artistici e ai maggiori protagonisti fra Sei e Settecento; la finalità del saggio è nel complesso quella di presentare una sintesi articolata delle maggiori interferenze che caratterizzano i due secoli coinvolti, sulla base di proposte e modelli spesso non riconducibili allo stesso orizzonte stilistico e culturale. Fra i due secoli un ruolo di cerniera è svolto certamente da Legnanino, attivo in alcuni dei più prestigiosi cantieri della capitale all’interno di un complesso ruolo di emulazione/smarcamento rispetto ai modelli “ufficiali” propugnati dalla corte sabauda. A questo proposito il saggio di Marina Dell’Omo, una grande specialista dell’argomento, offre diversi spunti di riflessione e ripercorre la carriera dell’artista in ambito piemontese. Segue il saggio di Alberto Cottino sul paesaggio e sulla bambocciata, generi decorativi per eccellenza che in Piemonte hanno avuto nel corso del XVIII secolo dignitosissimi rappresentanti, di caratura nazionale, come Pietro Domenico Olivero e Vittorio Amedeo Cignaroli. Di grande interesse sono anche gli interventi di Patrizia Frasson e Francesca Dellacasa, che chiosano il volume sviluppando gli argomenti grazie anche ad approfondite ricerche documentarie, che hanno condotto risultati a nostro parere inediti e interessanti. 

ISBN:

978-88-88249-71-8

Cm:

18 x 25

Pagine:

168

Finitura:

cartonato

Prodotti correlati